logo


Ecografia muscolo-scheletrica, internistica e ad organi superficiali


Nel nostro centro

In Progetto FisioLab di Civitanova Marche le visite ecografiche vengono effettuate previo appuntamento  (vedi pagina contattateci). SERVIZIO AL MOMENTO NON DISPONIBILE

Che cos’è l’ecografia

L’ecografia è una metodica diagnostica che sfrutta onde sonore chiamate ultrasuoni per ottenere delle immagini di organi posti all’interno del corpo. Gli ultrasuoni hanno una frequenza molto più alta rispetto alle normali onde sonore emesse con la voce e non sono udibili dall’orecchio umano.

Il principio di funzionamento dell’ ecografia si basa su un fenomeno fisico elementare ben noto per la sua semplicità: se trovandosi in una valle in mezzo a montagne si emette un grido verso una parete, alcuni secondi dopo si percepisce l’eco. Ciò è dovuto al fatto che la montagna riflette l’onda sonora e la fa tornare al nostro orecchio che è in grado di percepirla. L’apparecchio ecografico fa la stessa cosa; emette una serie di onde sonore ad alta frequenza che quando colpiscono un organo tornano verso la sonda (quella che il medico tiene in mano e fa scorrere sul corpo durante l’esame). Il computer contenuto nell’apparecchio ecografico è poi in grado di stabilire in che punto del corpo è avvenuta la riflessione dell’onda e di trasformare questo dato in un’immagine anatomica.

Ecografie muscolo-scheletriche

Mediante l’ecografia è possibile studiare infatti in maniera non invasiva e senza usare radiazioni ionizzanti la maggior parte delle articolazioni del corpo (spalla, ginocchio, gomito,caviglia, anca, articolazioni delle mani) ricavandone informazioni spesso più rilevanti

Nella sintomoatologia dolorosa di tali articolazioni l’ecografia è quindi la metodica di prima scelta.

Il vero vantaggio dell’ecografia è quello di poter eseguire esami dinamici (cioè in movimento) rilevando così alcuene alterazioni che a riposo risultano non visibili. Importantissimo è l’impiego dell’ecografia muscolo-scheletrica nei traumi sportivi nei quali è possibile studiare perfettamente con un unico esame muscoli, tendini e legamenti.

Molto utile è lo studio della sinovia (il tessuto che ricopre l’osso nelle articolazioni) nelle malattie infiammatorie articolari (artriti).

Ecografie Muscolo-tendinee:

  • Patologia traumatica
  • Distrazioni muscolari coscia, polpaccio etc…
  • Patologia infiammatoria – miositi e pubalgia, sindromi compartimentali, tendinopatie achillee, etc…

 

Ecografia Osteoarticolare:

  • Ecografia della spalla
  • Ecografia del gomito
  • Ecografia del polso e mano
  • Ecografia dell’anca
  • Ecografia del ginocchio
  • Ecografia della caviglia e piede

 

Ecografie internistiche ed a organi superficiali

Ecografia dell’addome superiore

L’ecografia dell’addome superiore (pancia) permette di studiare molti organi come: stomaco, fegato, milza, pancreas, reni, ecc.

Per eseguire l´esame, il paziente deve essere a digiuno da almeno sei ore. Egli non corre alcun rischio perché gli ultrasuoni non sono pericolosi e non prova dolore, né fastidio. Un´ecografia dura una decina di minuti. Attraverso le informazioni sulle dimensioni e sulla forma degli organi desunte è possibile diagnosticare malattie di varia natura a carico di tutti gli organi addominali.

Ecografia dell’addome inferiore

L’ecografia dell’addome inferiore permette di esaminare gli organi dell´addome (pancia) inferiore, che è la regione del corpo che si trova tra l´ombelico e le anche e quindi utile per lo studio di vescica , prostata , vescicole seminali , utero e ovaie .

Per la preparazione all´esame un adeguato riempimento vescicale, e´ condizione fondamentale, cioè perché la vescica funziona come una specie di lente acustica, una vera e propria Finestra sulla Pelvi.

Ecografia Tiroide e Paratiroide

L’ecografia della tiroide e delle paratiroidi e un esame utilissimo per stabilire la natura di rigonfiamenti o noduli rivelati alla base del collo, che fanno sospettare un´alterazione della funzionalità della ghiandola tiroide (come ipertiroidismo consistente in una produzione eccessiva di ormoni e l´ipotiroidismo caratterizzato da una produzione di ormoni troppo bassa) o delle ghiandole paratiroidi (disturbi del funzionamento delle paratiroidi determinano squilibri in tutto l´organismo; in particolare, si parla di ipoparatiroidismo e di iperparatiroidismo nei casi in cui si verifichi, rispettivamente, una scarsa o una eccessiva produzione dell´ormone paratormone). E´ utile anche per seguire l´efficacia di una certa terapia (sia farmacologica, che chirurgica).

Ecografia del collo 

Si tratta di un’ecografia molto vasta e complessa che comprende numerose ecografie in un unico esame. E’ necessario l’uso di una sonda ad alta definizione (generalmente 7,5-10 MHz), ed è utile completare l’esame con una valutazione color e power Doppler che permette di valutare con esattezza la vascolarizzazione di eventuali reperti patologici.

In particolare esso riunisce le seguenti esplorazioni ecografiche:

  • Ecografia delle ghiandole salivari
  • Ecografia dei vasi del collo
  • Ecografia della tiroide
  • Ecografia dei linfonodi del collo
  • Ecografia delle paratiroidi

Vantaggi

L’ecografia presenta numerosi vantaggi nei confronti di altre metodiche di diagnostica per immagini, rispetto alle quali si pone come esame complementare, quali il basso costo, la mancata esposizione a radiazioni ionizzanti, la riproducibilità e ripetitività dei riscontri, il minimo disagio recato ai pazienti e soprattutto la possibilità di utilizzare infiniti piani di scansione e di eseguire prove dinamiche in tempo reale, che forniscono informazioni non solo sulla struttura ma anche sulla funzionalità delle strutture in esame.

Presupposto indispensabile per una corretta escuzione dell’esame, sono certamente la perfetta conoscenza dell’anatomia del corpo umano oltre che dei principi di biomeccanica che ne regolano il funzionamento, unite certamente alla padronanza per ciò che concerne la clinica e la fisiopatologia delle malattie dell’apparato locomotore. Va infatti ricordato come l’ecografia esprima il suo massimo potenziale solo quando richiesta a supporto di un’ipotesi diagnostica ben definita e non, come purtroppo spesso accade, eseguita come esame fine a stesso. La possibilità di gestire il paziente direttamente, riproducendo le gestualità tipiche di ciascuna attività sportiva o lavorativa resposabili del sintomo dolore, spesso non rilevabile staticamente, rendono l’ecografia un esame dinamico prima di tutto per l’operatore, che si troverà costretto ad interagire costantemente in “real time” con il paziente, interrogandolo e decidendo volta per volta la scansione più idonea.

Compito dell’ecografista sarà anche quello di indirizzare l’iter diagnostico nella maniera più idonea, suggerendo ove necessario l’approfondimento diagnostico con le metodiche più appropriate.

N.B. portare sempre eventuali esami precedenti.

Nel nostro centro

In Progetto FisioLab di Civitanova Marche le visite ecografiche vengono effettuate previo appuntamento  (vedi pagina contattateci). SERVIZIO AL MOMENTO NON DISPONIBILE